Home » Ambiente » A Genova, la differenziata va in porto

A Genova, la differenziata va in porto

0
0

0
0
0

Con la sigla, il 4 marzo, di un Protocollo d’Intesa tra l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Commissario dell’Autorità Portuale di Genova, Marco Castagna – amministratore unico di Ge.Am. – e il Direttore Generale di Conai Walter Facciotto, è partito il primo progetto per implementare un servizio di raccolta differenziata all’interno dell’area portuale di Genova. L’obiettivo è arrivare alla separazione e all’avvio a riciclo di oltre il 60% delle 4.000 tonnellate di rifiuti prodotti all’interno del porto.
L’accordo prevede una prima fase di campionatura dei rifiuti presenti nell’area portuale in modo da stabilirne le caratteristiche merceologiche, le quantità e le potenzialità di avvio a riciclo. Questo permetterà di ottenere un fotografia quali-quantitativa dei materiali di imballaggio – acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro – presenti e di individuare le metodologie operative di raccolta più funzionali al loro recupero.
Conai parteciperà alla realizzazione del progetto offrendo la propria competenza per la progettazione e lo sviluppo del piano di gestione dei rifiuti e, concretamente, contribuendo all’acquisto delle attrezzature necessarie per il conferimento dei rifiuti differenziati dagli utenti portuali e alla realizzazione di una campagna informativa e di sensibilizzazione.
Oltre alla valenza sotto il profilo ambientale, l’adozione del piano di raccolta differenziata nell’area portuale ha lo scopo di migliorare la sicurezza e l’efficienza delle banchine.

Autore: Elena Consonni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer