Banco Fresco: pack al minimo ma smart | Packaging Observer - Packaging News
Home » Imprese & Mercati » Food » Banco Fresco: pack al minimo ma smart

Banco Fresco: pack al minimo ma smart

2
0

1
0
0

La proposta dei prodotti freschi confezionati della nuova catena Banco Fresco (due punti di vendita, il primo a Beinasco e il secondo a Torino in via Altessano, vedi sito istituzionale) sfrutta il packaging per esaltare non soltanto la freschezza ma anche la praticità tramite il porzionamento adatto ad un consumo immediato, senza bisogno di pulire e preparare il prodotto.

Banco Fresco Strada Altessano Torino struttura esternaIl negozio ‘tipo’ ricalca il formato della catena francese Grand Frais (191 negozi perlopiù in Francia) che propone con lo stile e l’atmosfera dei tipici mercati coperti centrali delle città europee i sei generi merceologici del fresco: pesce, frutta, verdura, carne, salumi, formaggi completi di un’offerta di prodotti alimentari confezionati dolci e salati. Assente il non food.

Banco Fresco banchi inclinati ortofruttaL’intento di questo formato è di far parlare i prodotti ‘nudi’ attraverso colori, strutture, luminosità, riflessi naturali e in generale con la fisicità priva di packaging: così i banchi propongono prodotti sfusi ad altezza di mano e di occhi, leggermente inclinati per far scivolare il prodotto sempre verso il bordo del banco accanto al consumatore, evitando fra l’altro che questi rovisti nelle cassette alla ricerca dell’articolo a suo parere migliore.

Banco Fresco cesti pendenti in acciaio inoxI banchi, disposti in batterie centrali ordinate, presentano un minor numero di cassette di legno, cartone e plastica e puntano ad esaltare i prodotti ortofrutticoli anche con moderne ceste appese, in acciaio, e vassoi che avvicinano ancor di più il prodotto al cliente, pensati per proporre l’assaggio.

Banco Fresco reparto pomodori vassoio di degustazione del prodotto in acciaio inoxLo studio della luce artificiale, l’accostamento cromatico, la riduzione degli imballaggi ed in generale la loro dissimulazione a favore del prodotto, sono tutti elementi che contribuiscono ad accrescere il senso della freschezza e del mercato.

Banco Fresco reparto ortofrutta cassette in legno rapanelliSedurre i torinesi, storicamente adusi ai mercati ambulanti e con una forte cultura meridionale sul prodotto fresco, è un vero banco di prova per i dirigenti di Banco Fresco. In questa neonata catena, non è il brand a vendere, ma la forza naturale del prodotto, l’atmosfera e il prezzo, non disgiunti dalla modernità del packaging.

Banco Fresco prodotti ortofrutta di quarta gammaIn particolare, Banco Fresco aggiunge alle emozioni del classico mercato ambulante la praticità del prodotto a contenuto di servizio: a partire dal settore ortofrutta, ed a seguire in tutti gli altri, il prodotto mondato, tagliato e pronto all’uso è la naturale prosecuzione dell’offerta, ampliata con un maggior livello di prezzo ovviamente, ma sempre cercando di ridurre la presenza dell’imballaggio attraverso trasparenza, luce ed etichette minimaliste.

Banco Fresco reparto formaggi preincartatiNel reparto dei formaggi si punta all’effetto ‘mercato’ in chiave moderna: preconfezionati, già pesati e prezzati ma con l’aiuto dei vassoi di legno, del film trasparente e con l’esposizione massiva, si cerca di invogliarne l’acquisto, anche con un tagliere di legno che offre l’assaggio, proprio come nei banchi dei mercati ambulanti.

Banco Fresco formaggi pronti al consumoAnche in questo reparto non manca l’area del prodotto a maggior contenuto di servizio: è una caratteristica propria della catena quella di accostare al prodotto di prima gamma, più o meno sfuso, quello di quarta e quinta  gamma, saltando però la seconda (il prodotto in scatola a lunga conservazione) e la terza (il prodotto surgelato).

Banco Fresco pesce intero in confezione skinEsempi del primo criterio, quello dell’esaltazione della freschezza, è particolarmente evidente presso il banco del pesce, che ricorre perlopiù all’imballaggio skin in vassoio con entrambi i film trasparenti.

Banco Fresco vaaschette skin ad apertura facilitataLa durata massima di 5/6 giorni, l’assoluta evidenza del prodotto accompagnato da un’etichetta discreta, la riduzione dei materiali d’imballo rispetto alle vaschette di polistirolo con film d’avvolgimento aggiunto sono i tre punti di forza di queste soluzioni.

Banco Fresco il packaging esalta freschezza e praticitàLa trasparenza sembra essere il valore ‘dietro le quinte’ di questa catena, lo strumento con cui propone la freschezza dal punto di vista ottico e di qualità del prodotto, a volte dove possibile coniugato a criteri etici connessi al prodotto.

Sono evidenti la tendenza alla riduzione degli sprechi, l’attenzione all’origine del prodotto, l’enfasi al valore nutrizionale ed alla qualità organolettica.

Autore: Luca Maria De Nardo

Commenti (1)

  1. Che meraviglia di prodotti purtroppo non possum averli sono in San Francisco

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?