Home » Ambiente » Rifiuti e privacy: diritti violati?

Rifiuti e privacy: diritti violati?

0
0

0
0
0

“La raccolta differenziata viola la riservatezza dei cittadini”: lo denuncia Vincenzo Crea, referente unico di Ancadic Onlus, Associazione Nazionale di Ispirazione Cattolica per i diritti di Cittadinanza Onlus riferendosi all’avviso riguardante le modalità di conferiento dei rifiuti indifferenziati pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Motta San Giovanni (Rc). Crea motiva la sua affermazione col fatto che il divieto di utilizzare sacchi di colore scuro che impediscano di vedere quanto contenuto nel sacco – una prescrizione assai comune nei comuni in cui si pratica la differenziata porta a porta – rende visibile i rifiuti prodotti dalle abitazione, violando così i diritti di riservatezza del cittadino.
Oltretutto, secondo Crea, questa prescrizione – che impone anche il divieto di raccolta dei rifiuti contenuti in sacchi scuri da parte degli addetti al servizio – sarebbe responsabile dell’abbandono dei sacchi neri in aree abusive e non controllate, dove vengono periodicamente dati alle fiamme. Per questo invita la Polizia Locale a richiedere al Comune una modifica nelle prescrizioni sul conferimento dei rifiuti, permettendo anche l’utilizzo dei sacchi scuri.

Autore: Elena Consonni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer