Home » Ambiente » Ecopol a Ecomondo

Ecopol a Ecomondo

0
0

0
0
0

Paolo Conforti di Ecopol (sito ufficiale) illustra tecnologie e relativi vantaggi ambientali applicati alla filiera del packaging presentati in occasione di Ecomondo 2017.

Quale vantaggio diretto o indiretto ritenete che le vostre tecnologie stiano portando alla filiera del packaging? I benefici dei polimeri idrosolobili in forma di film d’imballaggio sono già testati e in molteplici settori applicativi: per esempio, nel dosaggio dei detergenti generando un risparmio nel consumo di acqua. E sappiamo quanti sia oggi e lo sarà sempre di più il risparmio idrico. L’area della sicurezza è altrettanto importante: nel settore industriale spesso è necessario maneggiare prodotti pericolosi, ma anche risparmiare acque, ore lavorative, energia. Lo sviluppo delle applicazioni è comunque ancora in una fase propositiva, non sicuramente inerziale.

Che impatto ha sul corpo idrico e nel terreno il vostro film idrosolubile Idrolene? Essendo a base base di alcol polivinilico, i test universitari internazionali dimostrano la biodegradabilità totale tramite scioglimento in acqua in tempi molto rapidi. La sola solubilità varia da 5 a 180 secondi.

Su quali aspetti punta la vostra ricerca e sviluppo? Prestazioni tecniche o ambientali? Su che cosa state lavorando attualmente? L’aspetto ambientale è sempre più sentito dai clienti, quindi tendiamo a perfezionare le formulazioni storiche migliorando la solubilizzazione, declinandole in base alle esigenze specifiche dei clienti. Sta emergendo all’applicazione industriale, oltre a quelli storici della detergenza, per prodotti in polvere o tabs, film usati per prodotti agricoli, i sacchi delle lavanderie ospedaliere, i sacchetti del settore tessile e dolciario per velocizzare la solubilità del prodotti nelle miscele industriali.

In quali mercati/applicazioni i vostri prodotti (film, sacchi, granuli, colle, ecc.) stanno riscuotendo maggior successo e perché? Oltre al settore industriale, come dicevo prima, il settore delle discariche si dimostra interessato a formulazioni a base di polietilene degradabile: questo film, l’Enviro Cover, viene usato come copertura giornaliera per non disperdere sostanze volatili, odori, piccole particelle. Anziché ricoprire con terra, sabbia o materiali inerti si ricorre, per ottemperare all’obbligo di uno strato di 20 cm ogni metro di rifiuti interrati, al nostro film che in realtà è più sottile e fa risparmiare 20% di capacità di assorbimento di una discarica: è un vantaggio sia ambientale sia economico. Fra le altre prestazioni di Enviro Cover c’è un miglior controllo del percolato, una sua riduzione causata dalle piogge, un miglior convogliamento del biogas, una protezione da topi e roditori, oltre ai gabbiani.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer