Home » Ambiente » Tecnologia stirling per biogas

Tecnologia stirling per biogas

0
0

0
0
0

La Commissione Europea ha approvato, nell’ambito di H2020 , il progetto “DECISIVE – A Decentralized management scheme for innovative valorization of urban biowaste” che ha l’obiettivo di valorizzare i rifiuti urbani organici attraverso micro impianti pilota dotati di nuove soluzioni tecnologiche. A DECISIVE è stato assegnato un budget da 8 milioni di euro. Il progetto si avvale di un partenariato, coordinato dall’Institut National de Recherche en Sciences et Technologies pour l’Environnement et l’Agriculture (IRSTEA) di Grenoble, di cui fanno parte 3 università, 2 istituti di ricerca, organizzazioni non profit, PMI e Suez Environment.
L’unico partner italiano è ITS – Innovative Technological Systems. L’azienda di AREA Science Park del campus di Gorizia è coinvolta nello sviluppo e nella messa in opera del processo di valorizzazione del biogas per produrre simultaneamente energia elettrica e termica attraverso la tecnologia stirling, un motore a combustione esterna che lavora grazie allo scambio termico recuperando il calore da altre fonti (in questo caso dall’impianto di biogas). I principali benefici di questo sistema sono la riduzione delle emissioni di CO2 con la contemporanea produzione di acqua calda ed energia elettrica rinnovabile. Inoltre è di facile manutenzione (nella foto: Motore stirling, copy AREA Science Park).

Autore: Elena Consonni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer