Home » Imprese & Mercati » Acciaio » Giù carbon e water footprint per l’acciaio

Giù carbon e water footprint per l’acciaio

0
0

0
0
0

APEAL, l’Associazione dei produttori di acciaio per imballaggio, ha dichiarato che l’impatto sui cambiamenti climatici degli imballaggi in acciaio si è ridotto del 32% nel periodo 2000-2013. Una recente valutazione del ciclo di vita delle lattine, realizzata da RDC Environment e revisionata da Solinnen per conto di Empac, European Metal Packaging, ha rivelato un continuo miglioramento dell’impronta di carbonio delle lattine in acciaio in tutte le categorie analizzate: lattine per alimenti, aerosol, lattine generiche, chiusure e latte metalliche speciali. La riduzione in CO2 equivalenti è stata attribuita a tre fattori: il miglioramento continuo dei tassi di riciclaggio, la riduzione di peso e l’utilizzo di energie verdi nei processi produttivi.
riciclo-imballaggi-acciaioLo studio ha misurato anche il consumo idrico e ancora una volta i risultati confermano la riduzione del 60% tra il 2006 e il 2013. Stéphane Tondo, presidente di APEAL, ha dichiarato: “Pensare alla LCA è di vitale importanza per il futuro e per l’evoluzione verso un’economia circolare. Questo nuovo studio dimostra come l’acciaio contribuisca allo sviluppo sostenibile del confezionamento. E’ importante che i consumatori, e tutti gli stakeholder, abbiano un quadro completo in modo che possano fare scelte informate e sostenibili in tema di imballaggio”.

Autore: Elena Consonni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer