Home » Ambiente » Imballaggi? Milioni di viaggi e d’impatti

Imballaggi? Milioni di viaggi e d’impatti

2
0

0
0
0

Sbarca in Piemonte con la prima tappa del 2016 la PFU Academy Ecopneus, il seminario formativo rivolto alle forze dell’ordine e alle figure tecniche della pubblica amministrazione, degli enti locali e degli organismi di vigilanza sulle implicazioni normative, legali e amministrative inerenti la gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU). Il Piemonte è terra di applicazione dell’economia circolare generata dal sistema Ecopneus con la circonvallazione tra Borgaro e Venaria, la più grande opera pubblica realizzata dalla Provincia di Torino, dove 16.000 metri quadrati di strada sono stati asfaltati con bitumi modificati con polverino di gomma ricavato dal riciclo di oltre 2.000 pneumatici. Grazie alla loro particolare composizione questi asfalti riescono ad assorbire parte del rumore generato dal passaggio dei veicoli, durano mediamente più del doppio degli asfalti tradizionali e resistono meglio al formarsi di crepe e buche, con un aumento della sicurezza e una riduzione dei costi e dei cantieri stradali. Ideali quindi anche per piazzali di industrie, logistiche e centri distributivi.

Con i trasporti connessi ad oltre 13 milioni di tonnellate di materiali da imballaggio e imballaggi vuoti pronti al rimpimento, il settore del packaging è uno dei comparti industriali che contribuisce di più alla circolazione veicolare commerciale in Italia: dalle preforme ai pallet, dalle bobine di imballaggi flessibili a bottiglie di vetro, lattine e barattoli d’acciaio, piuttosto che fustellati di cartoncino e cartone ondulato. A ciò si aggiunge poi il fine vita, cioè il traffico veicolare medio e pesante dei servizi d’igiene urbana, da sommare al traffico dei materiali selezionati e trattati dalle piattaforme di riciclo alle imprese che fanno rientrare le materie seconde in nuovi cicli produttivi. Nel complesso, non meno del 2% del traffico commerciale in Italia. Impegno delle oltre 7.000 aziende del settore imballaggio e delle circa 10.000 coinvolte nel fine vita è gestire in modo responsabile impatti ed emissioni legate al trasporto, in primis consumi di carburante e corretto smaltimento dei pneumatici.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer