Le capsule di caffè nel sacco multimateriale | Packaging Observer - Packaging News
Home » Imprese & Mercati » Alluminio » Le capsule di caffè nel sacco multimateriale

Le capsule di caffè nel sacco multimateriale

2
0

0
0
0

Nespresso ha scelto di farsi promotrice insieme a CiAl (sito istituzionale) di una nuova soluzione per il riciclo delle componenti in alluminio di piccole dimensioni. In collaborazione con SILEA (sito istituzionale), l’azienda municipalizzata che gestisce i rifiuti nella provincia di Lecco, presso l’impianto di Seruso è stato avviato un anno fa il primo progetto sul territorio nazionale per il recupero delle capsule e di tutte le piccole frazioni in alluminio attraverso la raccolta differenziata multi-materiale.

Grazie ad un innovativo impianto di smaltimento, il progetto permette il trattamento e il recupero di componenti come blister, coperchi, chiusure e altri piccoli oggetti e imballaggi più leggeri, che, dopo essere stati raccolti nel sacco viola della differenziata, vengono ulteriormente separati e avviati al processo di riciclo.

Cial per webL’iniziativa ha coinvolto oltre 90 Comuni: 341.000 abitanti hanno partecipato nel corso di questo primo anno di attivazione e hanno contribuito al recupero di circa 29 tonnellate di alluminio. Il 100% del materiale raccolto è stato poi riciclato e destinato ad una seconda vita. Il progetto sarà esteso e avviato nei prossimi mesi anche ai Comuni afferenti alle province di Monza e Brianza, raggiungendo oltre 150 comuni.

“Questo progetto sperimentale apre le porte al raggiungimento di nuovi obiettivi nel riciclo dell’alluminio. Grazie al recupero di tutte le componenti di questo materiale, anche le più piccole, è possibile riutilizzare una crescente quantità di questo prezioso metallo e risparmiare, al tempo stesso, energia”, ha commentato Gino Schiona, Direttore Generale di CiAl.

Attraverso questo progetto, Nespresso conferma la collaborazione con CiAl nata nel 2011 e rinnovata nel 2014 e nel 2018, una partnership che ha permesso in questi anni di dare vita a progetti di tutela ambientale su tutto il territorio nazionale.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?