Home » Imprese & Mercati » Legno » Macchine per il legno: vicina la ripresa?

Macchine per il legno: vicina la ripresa?

0
0

0
0
0

IMG_0519Xylexpo, la biennale mondiale delle tecnologie per il legno e l’industria del mobile che si è svolta a Fiera Milano-Rho da martedì 13 a sabato 17 maggio 2014, ha chiuso la 24esima edizione in crescita.

Visitatori.Quelli professionali regolarmente registrati sono stati 15.250, ovvero il 7,1 per cento in più rispetto al 2012. In crescita gli arrivi dall’Italia (+4,6 %) e in misura ancora più consistente dall’estero (+8,5%). Su questo versante da segnalare l’Europa continentale, che ha visto un aumento dei visitatori professionali del 12,7%. Bene gli arrivi dall’Africa (+16%) e dalle Americhe (+1,8%). Di contro si registra un calo dei visitatori dell’Asia, per quanto contenuto (+1,5%). In termini di presenze si è raggiunta quota 44mila, di cui il 42% da oltre confine.

Espositori. Xylexpo 2014 ha accolto 440 espositori, in tre padiglioni, per una superficie netta espositiva di 27mila metri quadrati. Sono stati 123 gli espositori da 27 Paesi, con la Germania al primo posto (51 espositori), seguita – nell’ordine – da Cina, Spagna, Austria, Gran Bretagna e Repubblica Ceca a pari merito e, via via tutti gli altri.

DSCN4294Trend di settore. Xylexpo è stata anche occasione per un bilancio degli andamenti del comparto, secondo i dati diffusi dall’associazione di categoria Acimall. Il 2013 è stato un anno sostanzialmente stabile: la produzione si è stabilizzata a quota 1.537 milioni di euro, con una contrazione del 2,1% rispetto al 2012. Le esportazioni sono state pari a 1.187 milioni, ovvero il 77 %a essere export di macchine italiane offerta internazionale, confermando la collocazione di questo settore industriale ai vertici del “made in Italy”.

Previsioni. Il 2014 potrebbe finalmente vedere una ripresa del mercato nazionale, per quanto sia improbabile che si attesti su percentuali rilevanti. Più complessa la situazione all’estero che – per quanto improntata a una parziale stabilità e al mantenimento delle posizioni di leadership delle esportazioni italiane – vede segnali di attenzione per alcuni mercati. Prima fra tutti la Russia, che potrebbe vivere una evoluzione della situazione politica estremamente ‘coinvolgente’ anche a livello economico, a cui potrebbe aggiungersi una stagione più riflessiva in Brasile, certamente imputabile alla forte crescita degli ultimi anni che non si può definire strutturale. Di contro ottime soddisfazioni potrebbero arrivare dagli Stati Uniti e da altri mercati maturi.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer