Home » Ambiente » Metaplas a Ecomondo

Metaplas a Ecomondo

0
0

0
0
0

Adriano Luci, presidente di Gruppo Luci, illustra l’approccio, le metodologie e le prospettive per il recupero dei materiali di fine vita di Metaplas (sito ufficiale).

Quale vantaggio diretto o indiretto ritenete che la vostre tecnologie porteranno alla filiera del packaging?
C’è vantaggio se nel processo vi è un vantaggio economico che crea risorse. Data questa premessa, una delle società del nostro gruppo, la Metaplas, controllata da Gesteco, si occupa specificamente di recupero e valorizzazione di plastica e legno,ma anche di altre frazioni di imballaggi, che provengono dal mondo agricolo. L’obiettivo, come già il nome della società anticipa, è di operare una metamorfosi dei materiali recuperati ai fini del riciclo e del loro riutilizzo. Selezione, frantumazione, macinazione, separazione delle frazioni indesiderate e l’omogeneizzazione finale ci permettono di creare materie prime subito utilizzabili.

Metaplas gruppo Luci recupero e ricicloCome opera Metaplas rispetto alle altre società del gruppo Luci?
Le altre realtà lavorano in sinergia reciproca. In particolare Gesteco, che da 30 anni fornisce supporto tecnico dedicato e soluzioni innovative per spazi pubblici, privati, industriali e civili, offre servizi di analisi sui rifiuti, con attenzione alle varie problematiche comprese quelle relative per esempio, ai rifiuti da imballaggio di origine agricola. A fianco di Gesteco opera infatti Labiotest, nata l’anno dopo quello della creazione di Gesteco, che affronta e risolve problemi di trattamento dell’aria, di contaminanti chimici e di polveri; si avvale di un laboratorio dedicato al controllo che lavora insieme all’università di Udine per progettare adeguate soluzioni. Insieme poi ad altre società del gruppo Luci, è stata così creata negli anni una base scientifica che ci ha permesso di generare certezze e di creare vera sostenibilità ambientale.

Metaplas recupero e riciclo plastiche dai campi agricoliE la sostenibilità economica? Ci poniamo sempre la domanda se il riciclo è vantaggioso. E la risposta è data dal processo, che deve essere valutato ed innestato nella filiera affinché dia una risposta in positivo. Non solo, spesso ci si dimentica la sostenibilità sociale, perché nella gestione dei rifiuti e della loro trasformazione è importante tutelare la salute delle eprsone: di chi lavora per noi, per i nostri clienti e per i cittadini che abitano vicino alle aree industriali. Gesteco attua ma anche promuove la formazione a 360 gradi su queste tematiche.

Quali tendenze emergono in campo (voi trattate soprattutto con aziende agricole) quando si parla di imballaggi per la raccolta, la semina e la coltivazione? Il recupero determina costi non sostenibili e di conseguenza la nostra nuova tendenza deve essere relativa alla sostenibilità economica.

Esistono casi in cui è possibile creare dei microcircuiti di economia circolare, cioè di vostri clienti coltivatori-agricoltori che si avvalgono di prodotti realizzati con scarti, sfridi e rifiuti raccolti da voi? Sì, esistono ed è anche un nostro obiettivo affinché sia arrivi a consumare meno risorse. E’ fondamentale però sempre analizzare problemi e opportunità con un riscontro analitico e scientifico, creare un progetto industriale, avvalersi di un metodo e monitorare i risultati sotto tutti i punti di vista.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer