Home » Ambiente » Occorre un set standard per determinare gli impatti

Occorre un set standard per determinare gli impatti

0
0

0
0
0

La grande distribuzione gestisce migliaia di referenze, a lei quindi l’onore e l’onere, in collaborazione con l’industria, di misurare la sostenibilità e impostare una strategia comune. Il parere di Victor Suárez e il paradigma di Wal-Mart. “Il problema maggiore è forse che oggi non vi è un set standard per poter determinare l’effettivo impatto ambientale di un prodotto lungo tutto il suo ciclo vitale, dalla produzione di materia prima all’utilizzo che ne farà il consumatore – afferma Suárez intervistato da CO.PACK – E’ questa mancanza di standard e, quindi, di parametri trasparenti e obiettivi per misurare l’impatto ambientale di ciascun prodotto, che lascia spesso il sospetto che quella della sostenibilità sia una buona strategia per rinverdire l’immagine dell’azienda oppure per migliorarne ricavi ed efficienza, legittimando costi più elevati a carico del consumatore e pressioni maggiori a monte, sul produttore”. L’articolo completo è apparso su COM.PACK N. 5-2012.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer