Quanti sprechi evita un monodose? | Packaging Observer - Packaging News
Home » Imprese & Mercati » Pharma & Cosmetics » Quanti sprechi evita un monodose?

Quanti sprechi evita un monodose?

3
0

2
0
1

Alessio Bonizzato marketing Easysnap SolutionsEasysnap Technology, titolare del brevetto Easysnap (la confezione monodose che si apre con una mano piegandosi a metà) ha presentato a IPACK-IMA 2018 il ventaglio completo delle proprie applicazioni: ad Alessio Bonizzato, responsabile marketing e comunicazione, un ritratto attuale dell’evoluzione in termini di offerta e qualche indiscrezione sulle prossime novità di una multinazionale tascabile (40 addetti e 10 milioni di fatturato, sito ufficiale).

Easysnap Food aperturaQual è il punto di forza di Easysnap?

La confezione si piega, permette un’erogazione pulita con una mano sola, quindi è molto accessibile in termini di usabilità, è molto facile da usare. Crea un effetto ‘wow’ perché non si pensa di poter piegare una cosa per aprirla e invece poi ci si abitua subito, diventa una gestualità istintiva.

Questo concetto è mutuato da qualcosa di già presente nella gestualità collettiva?

C’è un prodotto della natura che si rompe con una mano sola: è l’uovo, che ogni chef apre con una mano ‘piegandolo’ a metà. È un gesto che ci sorprende, in realtà è quasi innato: abbiamo un riscontro nei bambini, più rapidi degli adulti ad usare per la prima volta Easysnap; una volta imparato non si dimentica più.

Easysnap Solutions 1Quali sono i mercati per cui risulta particolarmente performante?

Per qualsiasi tipo di liquido o semiliquido. Lavoriamo molto nel settore alimentare, soprattutto per il miele e i condimenti, in particolare per i take away e i fastfood. Lavoriamo molto anche nel settore cosmetico: creme in generale, creme antietà, solari, anche shampoo, gel, lozioni anti-zanzare.

Easysnap Cosmetic aperturaSiete presenti nel settore farmaceutico?

Lo stiamo già servendo e stiamo lavorando per aderire a tutte le normative specifiche del comparto. Le aziende del farmaco apprezzano precisione, accessibilità all’erogazione, dose sicura.

Quali sono i polimeri che vengono utilizzati?

Si accoppiano due tipi di film: semplificando un po’, possiamo dire che la parte superiore è PE/PET, invece quella inferiore, dove risiede il brevetto, è un multistrato semirigido PS/EVOH/PE oppure PS/ALU/PE: in entrambe le configurazioni c’è sempre una barriera che garantisce l’integrità del prodotto anche nella parte pretagliata, la più delicata.

È un confezionamento asettico?

No, stiamo lavorando su una macchina asettica per il mercato canadese. Questo progetto ci aprirà nuove prospettive anche nel farmaceutico.

Easysnap Solutions 3Attualmente, per garantire una vita di scaffale lunga, quale tipo di tecnologia viene utilizzata?

All’interno di un Easysnap la percentuale d’aria è bassissima; l’effetto barriera aumenta progressivamente dalla versione senza alluminio fino a quella con alluminio.

Cresce l’ostilità verso tutto ciò che è monodose o monouso: pensate che possa essere di ostacolo agli sviluppi di Easysnap?

Già prima di questa ondata di sensibilizzazione sull’utilizzo di plastiche nei monodose, avevamo attivato ricerche per utilizzare plastiche biobased, e compostabili, anche con finanziamenti pubblici. Tuttavia, pensiamo che sensibilizzare al consumo del monodose possa comunque aiutare a ridurre lo spreco. Utilizzi esattamente solo ciò che serve.

Easysnap Pulsar_2017Quando conviene acquistare una macchina e produrre Easysnap direttamente in stabilimento o rivolgersi a un terzista?

La nostra ipotesi di punto di pareggio è attorno ai sei milioni di pezzi l’anno, ma molto dipende dal tipo di prodotto e di mercato.

Le vostre macchine necessitano di un’assistenza complessa e frequente?

No, assolutamente, anzi: il nostro obiettivo è quella di renderle le più semplici possibili, ma anche come modalità d’uso e come tempi di produzione giornalieri. Sono macchine molto flessibili.

Il prodotto più strano, curioso, divertente che avete realizzato negli ultimi mesi o che proponete in fiera?

In questi ultimi mesi, è nato il progetto più innovativo: è un prodotto per il mercato delle sigarette elettroniche. Il committente è un’azienda che ha ottenuto dal governo della Gran Bretagna il sostegno alla promozione, come alternativa meno dannosa alla sigaretta tradizionale. Compito di Easysnap è facilitare la ricarica grazie a un beccuccio e ad un taglio particolare che consente al prodotto di fluire lungo il dorso dell’area piegata e di essere ancora più precisi nel centrare il foro di accesso al serbatoio, di entrarvi con sicurezza evitando qualsiasi spreco. Abbiamo chiamato questo prodotto dal design premium Easysnap Drop.

Easysnap SolutionsQuindi potremmo arrivare anche alle cartucce ricaricabili, un domani?

Potremmo arrivare anche alle cartucce ricaricabili, ma anche alle colle. Tra i visitatori qualcuno ne ha parlato: quante volte la colla non viene utilizzata perché il tubetto si solidifica e si butta via? Se avessi una dose di colla limitata al bisogno per riparare al momento quello di cui mi serve, sarebbe perfetto!  È l’ennesimo esempio di quanto il monodose faccia esattamente l’opposto di ciò di cui viene accusato.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Login

Lost your password?