Home » Ambiente » Schmack Biogas a Ecomondo

Schmack Biogas a Ecomondo

0
0

0
0
0

Mauro Mazzio di Schmack Biogas srl (sito ufficiale) illustra vantaggi e prospettive delle tecnologie di trattamento FORSU e biomasse per la produzione di energia nella filiera dell’imballaggio, in Italia e all’estero, presentate a Ecomondo 2017.

Quale vantaggio diretto o indiretto ritenete che la vostre tecnologie porteranno alla filiera del packaging? Schmack Biogas si occupa soprattutto della filiera dell’umido e i vantaggi possono essere di due tipi: il riciclo del packaging del rifiuto organico. Molti dei progetti che stiamo portando avanti, sono di aziende che già trattano recupero di materiali da packaging e che ai loro processi affiancano, per esempio, il recupero della plastica. Quindi l’integrazione è importante per loro.

Schmack Carbotech BiogasPer la crescita futura del biogas, quanto ritiene che peserà il settore del compostaggio industriale delle raccolte differenziate dell’umido nella gestione degli RSU? Sarà fondamentale perché le best practices si stanno oramai orientando verso il recupero energetico massimo possibile del rifiuto nel suo complesso. A maggior ragione, dal rifiuto organico noi possiamo ottenere due fonti di recupero: recupero energetico, e quindi impianto a biogas per produrre o energia elettrica o biometano, e il materiale organico che rimane dalla digestione anaerobica, da avviare al compostaggio; e quindi contribuiamo a completare il ciclo riportando materiale organico al terreno.

Quali sono i settori industriali che alimenteranno sempre di più la produzione di biogas? Il rifiuto organico, soprattutto adesso che la sua raccolta differenziata dell’organico sta prendendo piede in Italia, sta migliorando sia come volumi sia come qualità. Al sud la raccolta dell’umido dà qualità di partenza migliori perché è iniziata di recente ed avviene con il porta a porta, invece in molte aree del nord viene effettuata con cassonetti e il livello di impurità è molto maggiore. Per contro, le quantità sono maggiori al nord e inferiori al sud.

Qual è il vantaggio che le vostre tecnologie danno alle aziende produttrici di biogas? La crescita delle bioplastiche nell’imballaggio fa da volano alla raccolta dell’umido. Ci sono aziende del settore imballaggio che hanno creato modelli di economia circolare e sfruttano il biogas da autotrazione generato dalla valorizzazione delle biomasse per alimentare veicoli adibiti al trasporto dei loro ecopolimeri? Sicuramente l’ottica è quella di chiudere un cerchio e le bioplastiche hanno dei sottoprodotti che possono essere utilizzati positivamente all’interno di impianti di biogas perché sono ricchi di amidi, e gli stessi fanghi dell’industria delle bioplastica sono molto interessanti per gli impianti di produzione di biogas. Così, l’energia elettrica e termica prodotte tornano proprio agli stessi impianti di produzione delle bioplastiche direttamente. Inoltre il biometano può essere utilizzato per la trazione dei veicoli industriali e commerciali, ed anche per la raccolta locale  dei rifiuti. In sostanza, si sta ripresentando uno scenario simile a quelli che si creò per il biodiesel in alcuni paesi europei anni fa. La glicerina derivata dal processo produttivo del biodiesel veniva co-digerita in impianti per il biogas. E il calore veniva utilizzato per la stessa produzione del biodiesel. Tornando alla FORSU, oggi in Germania già una quarantina di impianti con fermentatori appositamente modificati derivati come concezione da quelli per il settore agricolo sono in funzione per trattare biomasse. Forse ad inizio 2018 arriveranno le prime autorizzazioni per installarne anche in Italia dedicate al settore della FORSU.

 

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer