Home » Varie » Logistica » Take away dalla mensa aziendale

Take away dalla mensa aziendale

0
0

0
0
0

Banner IMA CSR per webI 130 dipendenti possono prenotare il pasto serale domestico alla mensa aziendale che la cucina prepara in più e predispone in piatti e vaschette monouso termosigillate per il ritiro a fine turno: il costo per un pasto completo è di 2,5 euro, di 1 euro per primo o secondo e 0,5 per il contorno. Il nucleo famigliare può così cenare a un costo inferiore a quello preparato abitualmente in casa. Ma non è l’unico vantaggio, perché tutti e tre gli aspetti della sostenibilità (economica, ambientale e sociale) confluiscono in questo servizio attivato dai primi di gennaio nella sede di GIMA spa, società del gruppo IMA, specializzata in sistemi per caffè, confectionary e farmaci, a Zola Predosa (BO):

  1. economico: riduzione del costo e del tempo per la preparazione della cena a casa
  2. sociale: forma di integrazione dello stipendio, aumento del tempo a disposizione per i rapporti umani nel nucleo famigliare, maggior controllo delle calorie e degli apporti nutrizionali nella dieta famigliare
  3. ambientale: prevenzione degli scarti alimentari, riduzione dei consumi e delle emissioni legate alla preparazione del pasto in ambito domestico (centralizzazione di consumi e risorse)

Un aspetto di ulteriore miglioramento potrebbe derivare dal passaggio dai contenitori monouso a quelli riutilizzabili, per prevenire, come previsto dalla direttiva europea, la produzione di rifiuti. Il nuovo servizio realizzato in collaborazione fra GIMA e i sindacati è un ulteriore spunto di riflessione sui vantaggi economici, ambientali e sociali derivanti da progetti di possibile comunizzazione di servizi alla famiglia basati sulla logistica. Vi sono infatti molti casi di concentrazione di utenti in un unico luogo (i condomini con oltre 120 famiglie, per esempio) o di tratte ‘vuote’ (come i percorsi dei lavoratori e dei pendolari: è il caso di GIMA come di tante aziende) che permettono di creare progetti sostenibilità trivalente: i pasti pronti sono soltanto un esempio, ma vi sono potenzialmente anche i servizi agli anziani (possibili alternative all’impatto sociale altamente negativo delle RSA), o la lavanderia industriale (il lavaggio domestico ha impatti superiori) od ancora il servizio di nursery per bambini, in aziende con un numero medio-alto di dipendenti.

 

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer