Home » Ambiente » TARES, TARSU, TIA, TUL, TUC…

TARES, TARSU, TIA, TUL, TUC…

0
0

0
0
0

scansione0003Lettera di Natale: i Comuni si apprestano a incassare il conguaglio della TARES, TARSU, TIA, TUL, TUC…: il nome non si sa ancora, ma quel che è certo sono i dati contenuti in questo bollettino. Vi aiutiamo a leggerli: nel 1991 questa signora ha pagato 141.768 lire (73,22 euro) per i servizi relativi a un’appartamento di 70 mq circa dove vivevano 2 persone. Oggi la signora spende, sempre per quella metratura e sempre per 2 persone, 719.324 lire pari a 371,50 euro. In 22 anni il contributo è aumentato del 500%? No, di più perché attraverso altre forme di riscossione indiretta l’aumento è di oltre il 600%: molti beni durevoli e di consumo, infatti, in questi 22 anni sono stati assoggettati al pagamento di un contributo di smaltimento il cui costo è internalizzato nel prezzo di acquisto dei beni. Inoltre, dal recupero delle materie seconde gli enti locali hanno ottenuto ulteriori introiti grazie alla vendita alle imprese del riciclo. L’interesse composto di questo aumento è del 5% medio annuo, di molto inferiore all’aumento della benzina. Benefici? Per più della metà degli italiani quasi nulla: al centro sud il numero delle discariche è diminuito di poco, in compenso sono stati aumentati in tutta la Repubblica i posti di lavoro.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer