Home » Design » The Dieline premia i suoi pack a Parigi

The Dieline premia i suoi pack a Parigi

0
0

0
0
0

Harmonian Mousegraphics dieline awards 2014A Emballage 2014 sono stati premiati i vincitori dell’ultima edizione dei Dieline Awords. L’iniziativa trae origine dal progetto The Dieline lanciato dal packaging designer Andrew Gibbs nel 2007. Per sopperire alla mancanza di una banca dati on line sul design dell’imballaggio, The Dieline si propone di fornire agli operatori del settore una piattaforma per consentire di catalogare gli imballaggi e far circolare l’informazione sul design. Oggi, The Dieline è diventato uno dei più importanti siti web del mondo dell’imballaggio e ha lanciato alcune interessanti iniziative collaterali, tra cui, per l’appunto, i Dieline Awords.
L’iniziativa, giunta alla quinta edizione, è una competizione mondiale che premia i migliori imballaggi per beni di consumo giudicandoli sotto l’aspetto progettuale. Il concorso si articola in 13 diverse categorie a cui si aggiungono 4 premi speciali (Sustainable Packaging Award, Editor’s Choice, Best of Show e Studio of the Year). La scelta dei vincitori è avvenuta tra oltre 1.000 concorrenti. Gli imballaggi premiati saranno esposti in una tournée mondiale che fa tappa anche a Parigi.
Nella categoria Sustainable Packaging Award, ha vinto la greca Harmonian che si è avvalsa della collaborazione della società di design Mousegraphics. La sfida era creare una linea coerente di imballaggi per tutti i prodotti alimentari commercializzati (farina, pasta, olio di oliva, erbe aromatiche). La soluzione proposta si fa notare soprattutto per la sua semplicità ed eleganza. Mousegraphics ha immaginato una serie di imballaggi monocromi. Le confezioni della pasta e della farina sono di formato rettangolare da 500 g. Invece, per l’olio d’oliva e le erbe aromatiche l’imballaggio scelto è cilindrico. La linea di prodotti è chiaramente identificabile per la scelta del colore bianco per gli sfondi e del nero per gli altri elementi. I designer si sono ispirati all’opera dell’artista Lucio Fontana. La continuità delle superfici degli imballaggi è interrotta da tagli ovali che lasciano intravvedere il contenuto del packaging.
Reverse Innovation dieline awards 2014L’Italia è rappresentata dalla società di design Reverse Innovation che si classifica seconda nella categoria Wine & Champagne. L’idea premiata è un nuovo tipo di imballaggio concepito per il produttore di vino nostrano Gigante. La soluzione proposta è di tipo bag-in-box. Reverse Innovation ha scelto di creare un insieme che superasse la tradizionale impressione di bassa qualità associata ai vini venduti in questo formato e puntasse a catturare l’attenzione di una clientela ricercata, ma al tempo stesso ampia. L’imballaggio premiato si ispira alla classica bottiglia di vino tipo Bordeaux. A questo scopo, la busta flessibile contenente il vino viene inserita all’interno di un astuccio in cartoncino. Il bag-in-box viene tagliato in modo da lasciare scoperta una superficie corrispondente alla classica bottiglia di vetro per il vino. Da lontano l’illusione è perfetta. Solo avvicinandosi e prendendo la confezione in mano ci si può rendere conto che il vino è racchiuso in un imballaggio flessibile e non in una bottiglia di vetro. L’insieme è di colore nero che fa risaltare le scritte oro che riportano la denominazione e l’origine del vino.
Ahmet Burak Aktas dieline awards 2014Infine, merita una segnalazione il turco Ahmet Burak Aktas, terzo classificato nella categoria studenti, che ha concepito un imballaggio per spaghetti semplice e pratico. Si tratta del classico packaging primario flessibile per gli spaghetti, ma con un angolo che si apre a strappo e consente di estrarre esattamente una dose individuale.
Il limite dell’iniziativa The Dieline al Salone de l’Emballage risiede nella sua fruizione che non è sempre immediata. Rispetto a Emballage 2012, lo spazio espositivo è stato molto ridotto e i commenti su formato cartaceo quasi del tutto soppressi. Un terminale permette di informarsi on-line nello spirito del portale The Dieline, ma si tratta di una soluzione insufficiente a soddisfare l’ingente afflusso di visitatori, non tutti connessi in permanenza. Non bisogna dimenticare che l’informazione on-line è complementare, non sostitutiva a quella tradizionale. I vincitori della prossima edizione dei Dieline Awards saranno premiati nel maggio del 2015.

Autore: Luca Maria De Nardo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Tags

Articoli simili

Login

Lost your password?
ISCRIVI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Sarai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi di Packaging Observer